VieTrasporti Web

logo fiaccola                 Facebook  Twitter  Google  YouTube  Pinterest        cookie policy

A+ A A-

Semestre positivo per ZF

  • Pubblicato in News

I primi sei mesi del 2017 hanno portato buoni risultati in casa ZF che ha visto aumentare di ben 481 milioni di euro (+2,7 per cento) il proprio fatturato raggiungendo quota 18,3 miliardi di euro, il +2,7 per cento rispetto alla prima metà dell'anno precedente. In aumento anche il risultato operativo rettificato (EBIT) pari a 1,2 miliardi di euro (1,1 miliardi di euro nel 2016).

ZF ha così migliorato il proprio margine EBIT rettificato portandolo al 6,6 per cento (6,3 per cento nel 2016), pur avendo aumentato gli investimenti in Ricerca e Sviluppo. Al contempo l'azienda è riuscita a ridurre di circa 684 milioni di euro i debiti risultanti dall'acquisizione di TRW, attualmente pari a 7,6 miliardi di euro.

"Nel corso del primo semestre dell'anno, - spiega l'amministratore delegato di ZF, Dott. Stefan Sommer - ZF ha investito fortemente nel futuro, stiamo intensificando i nostri sforzi nella mobilità elettrica e nella guida autonoma. (…) Il miglioramento nel margine e un solido flusso di cassa, – continua Sommer - così come le numerose nuove partnership che stanno andando a completare il nostro portfolio tecnologico, ci stanno aiutando a raggiungere questo risultato”.

Leggi tutto...

ZF, l’evoluzione della rete

  • Pubblicato in News

La Rete di assistenza ZF è in continua evoluzione e la presenza di ZF Aftermarket sul mercato è ben salda: un fatturato di quasi 3 miliardi di euro, un organico complessivo di 8.000 collaboratori, ripartiti in oltre 120 sedi e 650 partner di servizio in tutto il mondo.

Tra le novità della Rete, un nuovo approccio all'assistenza: si è passati da un da un metodo riparativo e di sostituzione del singolo componente a un approccio diagnostico e di programmazione per poter intervenire sulla meccatronica. Un’altra sfida ha riguardato l’introduzione della tecnologia ibrida che ha comportato interventi sull’intero sistema per fronteggiare le stringenti norme di sicurezza e la necessità di certificazioni.

ZF ha inoltre deciso di creare diversi programmi europei con differenti mission sul mercato: la rete di officine “ZF Services Partner” competente su tutta la gamma di prodotti Automotive ZF, che garantisce al cliente assistenza full service; la rete di officine “ZF Services Service Point”, operativa a breve anche in Italia, specializzata sui veicoli commerciali e sulla diagnostica all’avanguardia e, a completamento, la rete di officine Alltrucks, fondata da ZF, Bosch e Knorr-Bremse, ormai una realtà consolidata anche in Italia, che è specializzata sui brand di prodotto per i veicoli commerciali dei tre soci fondatori.

Leggi tutto...

Zf-TraXon, un successo internazionale

  • Pubblicato in News

Il cambio automatizzato Zf-TraXon è sempre più richiesto, anche fuori dall’Europa. Questo modello si posiziona molto in alto in termini di precisione, performance, nuove funzionalità e non ultimo in risparmio nei consumi, significativo soprattutto nel trasporto a lungo raggio, grazie alla funzione PreVision Gps e alla programmazione della centralina.

Inoltre, è stato scelto da Auman Est per conquistare il premio Chinese Truck of the Year 2017. Riduce la velocità di selezione marce del 10%, ed è progettato per avere una durata di quasi il doppio in termini di cambio marcia rispetto alla generazione precedente di cambi automatizzati. Il cambio base è in grado di gestire coppie del motore fino a 3.400 Nm (versione Over-Drive). Può aumentare la durata fino a 1,6 milioni di chilometri e riduce le emissioni acustiche di 6 dB, ideale anche per le missioni di distribuzione, tragitti urbani e attività notturne dove la silenziosità è un must. Il design modulare e di facile manutenzione, infine, riduce gli interventi e semplifica le riparazioni con un conseguente risparmio economico.

Leggi tutto...

Il sistema di trasmissione TraXon di ZF campione di modularità

  • Pubblicato in News


Il miglior rendimento della categoria accoppiato a un gran numero di funzionii, che si possono realizzare su misura per ogni veicolo industriale pesante grazie alla modularità: questa la caratteristica che ha convinto a livello globale. Fra i produttori di veicoli industriali che hanno optato per l'esclusivo sistema di trasmissione modulare automatico TraXon di ZF, ora figurano anche Ford Trucks e Foton in Cina, oltre a Man e Iveco. Inoltre il prodotto viene impiegato per la prima volta su un'autogrù Liebherr, mentre la versione ibrida dimostra i suoi vantaggi pratici nello ZF Innovation Truck. Non è tutto: un autobus di prova ZF con il cambio base sta affrontando il test su strada. 


"Gli ultimi ordini ricevuti per TraXon e le sue prime applicazioni ci rendono estremamente orgogliosi", dichiara Fredrik Staedtler, direttore della Divisione Tecnologia per Veicoli Industriali di ZF. "In fondo evidenziano che il nostro sistema modulare soddisfa tutti i punti per cui l'abbiamo sviluppato a livello internazionale, e per molte tipologie di veicoli è in grado di soddisfare il fabbisogno attuale e futuro dei costruttori per quanto riguarda i cambi automatici per veicoli industriali pesanti". Questo risultato si ottiene combinando il cambio base con cinque diversi moduli di avviamento e di comando.

Vediamo nel dettaglio quanto appena anticipato. Quest'anno TraXon sarà per la prima volta utilizzato da Foton sul mercato cinese. ZF lo fornisce come variante con il freno del cambio integrato opzionale Intarder. Già il cambio base, disponibile a 12 o 16 marce, offre un'elevata efficienza, soprattutto grazie alla sua idoneità a coppie del motore fino a 3.400 Nm (versione overdrive), alla sua ampia rapportatura, al rendimento fino a circa il 99,7% e all'eccellente rapporto potenza/peso. A tutto questo si aggiunge un'innovativa elettronica ZF basata su una piattaforma software standardizzata, che include fra l'altro la strategia di marcia previdente PreVision GPS e una funzione di passaggio in folle e disimpegno.
Anche Ford Trucks ha preferito TraXon, andandolo a installare di serie nelle nuove serie di autocarri con catena cinematica Euro 6. I nuovi ordini dalla Cina e dalla Turchia segnano al contempo l'inizio dell'introduzione di serie del TraXon al di fuori della UE.

Infine, ciò che l'elettrificazione della catena cinematica degli autocarri pesanti per il trasporto a lungo raggio è riuscita a produrre è dimostrato da ZF con la configurazione TraXon Hybrid nell'attuale Innovation Truck. Questa soluzione, in cui un motore elettrico da 120 kW e 1.000 Nm e una frizione di disinnesto sono installati nella campana della frizione del cambio, consente tutte le funzionalità dell'ibrido: recupero, manovre elettriche, funzione start-stop, incremento della potenza del motore a combustione (Boost). Inoltre il modulo ibrido in modalità di generazione può essere integrato anche nell'alimentazione elettrica di altri gruppi, ad esempio nei trasporti refrigerati. In ogni caso, TraXon Hybrid contribuisce a ridurre il consumo di carburante e le emissioni dell'autocarro: "Il risparmio è di circa il 5% negli autocarri pesanti per il trasporto a lungo raggio e quindi inferiore ai valori consueti per i veicoli per la distribuzione elettrificati o anche per le autovetture - spiega Staedtler - Tuttavia, grazie alle prestazioni su strada nettamente superiori e ai consumi di carburante sul lungo raggio, la tecnica ibrida rappresenta anche in questo caso una soluzione economica e rispettosa delle risorse, che si ammortizza in tempi ragionevoli". 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Login or Register

LOG IN

Register

Registrazione utente