VieTrasporti Web

logo fiaccola                 Facebook  Twitter  Google  YouTube  Pinterest        cookie policy

A+ A A-

Uniti contro i tagli della Legge di Bilancio 2018

  • Pubblicato in News

Anfia, Federauto e Unrae hanno inviato al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio, in vista dell’esame della Legge di Bilancio 2018, una lettera per ribadire la necessità di mantenere invariati i fondi destinati all’autotrasporto “(…) stante la loro dimostrata importanza, determinante nel sostenere gli investimenti e lo sviluppo del parco circolante italiano dei veicoli industriali dei rimorchi e semirimorchi – pesantemente obsoleto – verso la necessaria sostenibilità economica ed ambientale”.

Il disegno di legge prevede infatti una riduzione delle risorse destinate all’autotrasporto “(…) che - scrivono ancora le tre associazioni - si ripercuoterà sugli investimenti delle imprese e conseguentemente sul mercato dei veicoli e sull’indotto, già penalizzati dalla crisi degli ultimi anni e dalla quale stanno uscendo con fatica in funzione del sostegno pubblico, ancorché non strutturale”.

Oltre a questi tagli, a oggi la Legge di Bilancio 2018 prevede la proroga di un anno dell’iper ammortamento al 250 per cento e del super ammortamento con percentuale di agevolazione però ridotta dal 140 al 130 per cento. Se la Legge non verrà modificata alla Camera, da quest’ultima agevolazione fiscale sarebbero esclusi, oltre a quelli cosidetti ‘a deducibilità limitata’ (vedi art. 164, comma 1 b) e b-bis) del TUIR), anche tutti gli altri veicoli e mezzi di trasporto (aeromobili da turismo, navi e imbarcazioni da diporto, autovetture ed autocaravan, ciclomotori e motocicli) utilizzati come beni strumentali nell'attività dell'impresa.

Attualmente la Legge di Bilancio 2018 è già passata al Senato e ora prosegue il suo iter parlamentare alla Camera.

Leggi tutto...

Misure per i trasporti, Anfia concorda

  • Pubblicato in News

Di recente sono state varate due importanti misure a favore del comparto dei veicoli industriali e dei veicoli rimorchiati: il Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti sugli investimenti delle imprese di autotrasporto (pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 4 novembre) e il Decreto cofirmato il 29 settembre dai Ministri dello Sviluppo Economico, Federica Guidi, e dell’Economia e Finanze, Pier Carlo Padoan, sull’estensione del Fondo di Garanzia per le pmi alle operazioni finanziarie riferite a imprese e consorzi appartenenti all’industria automobilistica e dei trasporti.

Il primo provvedimento destina 15 milioni di euro agli investimenti delle imprese di autotrasporto in rinnovo del parco veicoli commerciali e industriali, con veicoli alimentati a metano e metano liquido e semirimorchi per l’intermodalità marittima e ferroviaria. “Si tratta di una misura che torna in vigore per il terzo anno consecutivo, nella finestra temporale che va dal 5 novembre scorso al 31 marzo 2016, sulla scia degli impatti positivi già riscontrati negli scorsi anni in termini di rinnovo del parco e innalzamento dei livelli di sicurezza e compatibilità ambientale dei mezzi circolanti”, commenta il presidente della Sezione Rimorchi di Anfia, Andrea Zambon Bertoja.

“Grazie al Decreto sull’estensione del Fondo di Garanzia, inoltre, d’ora in poi le pmi che vorranno investire nel rinnovo del parco veicoli per conto terzi potranno ottenere la garanzia per l’accesso facilitato ad un finanziamento”, aggiunge Bertoja. “Ricordiamo che i veicoli rappresentano l’investimento prioritario per rilanciare la crescita competitiva delle imprese ed efficientare i servizi di trasporto e logistica sul piano nazionale e internazionale. Ancora oggi, infatti, le imprese del settore sono afflitte da sottodimensionamento e caratterizzate da flotte vetuste e non innovative”.

Entrambe le disposizioni vanno a beneficio di un settore che dal 2007 al 2014 ha subito cali della produzione nazionale di oltre il 50% e cali di mercato dell’ordine del 65% per i veicoli a motore e del 61% per quelli trainati. Il traguardo, per i prossimi anni, è proseguire il percorso iniziato, destinando risorse crescenti, pubbliche e private, al rinnovo delle flotte, con particolare attenzione all’innovazione tecnologica ai fini della sicurezza e della tutela ambientale. Nel contempo, Anfia suggerisce di prevedere l’introduzione di meccanismi di premialità, per esempio sulle accise sui carburanti e sui pedaggi, da modulare per classi Euro, alimentazione, o dotazione di strumentazione di sicurezza (pay as you drive), al fine di stimolare meccanismi indiretti di rinnovo delle flotte, ai quali potrebbe concorrere anche una maggiore frequenza delle revisioni per i veicoli circolanti più obsoleti.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Login or Register

LOG IN

Register

Registrazione utente